FONDI DELL’UNIONE EUROPEA: NEXT GENERATION. OCCASIONE FORSE UNICA

248 Visualizzazioni

“Se perdiamo questa opportunità rischiamo di perdere qualcosa di davvero importante” 

L’emergenza COVID19 sta mostrando in tutta la sua evidenza la limitatezza del decreto Balduzzi e della spending review fatta dalla Regione Sicilia con tagli incredibili alla Sanità.

Occorre con urgenza assicurare l’assistenza adeguata ai tempi, mediante una nuova ristrutturazione e ri-funzionalizzazione della rete sanitaria.

Quale migliore, e forse unica, occasione dei RECOVERY FUND?

A me pare che, da quando si è avuta la certezza di questi fondi da parte del governo Europeo, è iniziato il gioco della coperta corta.  Chi la tira di qua e chi dall’altra parte!

Piuttosto che coprire ed assicurare investimenti verso le vere esigenze e i necessari servizi per il territorio.

Vedrete che la Sanità sarà la cenerentola nell’impiego dei RF!!

Si parla di Ponte sullo stretto di Messina!

Un’opera che serve solo alle multinazionali del Nord per colonizzare ancora meglio la Sicilia, a far arrivare con più velocità i loro prodotti.

Un’opera che serve solo alle grosse imprese e al business dei soggetti che vivono attorno alle grandi opere pubbliche.

Un bel regalo alla mafia!

Alla Sicilia serve una Green Economy che rispetti l’integrità dei suoi territori e le sue potenzialità naturali e storiche. La Sicilia ha bisogno di una economia che ruoti attorno all’Agroalimentare e al Turismo sostenibile.

Per questi obiettivi necessita una rete interna e diffusa di Ferrovie e Strade, il potenziamento dei Porti e degli Aeroporti.

Prioritaria è la Salute dei Cittadini ovviamente!

Anche quando i fondi del NGEU non potessero essere investiti per la costruzione di nuovi ospedali all’altezza degli attuali standard di qualità, di sostenibilità ambientale, di prestazioni adeguate alle esigenze del territorio, occorre che parte di quei soldi siano indirizzati a potenziare e a valorizzare la sanità pubblica.

Ma cosa ci stanno preparando i comitati di affari e i gruppi di potere, la zona grigia delle organizzazioni criminali?

E cosa i politici corrotti?

‎                                                                                                         Mario Alì

Leave a Reply

Your email address will not be published.