RECUPERARE IL SENSO DELLA COMUNITA’ NETINA

459 Visualizzazioni

La partecipazione, architrave della proposta di Passione Civile, non è solamente il principio ispiratore dell’azione amministrativa.

E’ prima ancora l’anima della buona azione politica.

Il recupero sociale ed economico parte dalla constatazione che è necessario valorizzare ogni settore della nostra economia locale, attraverso un esame approfondito delle potenzialità attuali, esaminando le ricadute sull’economia, sulla occupazione, sul terziario e sull’indotto. 

Un disegno unitario, un pensiero coerente, da fondarsi su studi e riflessioni attente. 

Da formarsi in modo partecipato. Con il valore della proposta, passibile di emendamenti, che evidenzi la capacità progettuale e propositiva della città.

Questa logica di formazione partecipata del progetto, l’architrave della partecipazione, spazza via non solo l’idea dell’uomo solo al comando, ma anche ogni forma di crociata che, nel vuoto di proposte e idee, costruisca un nemico contro cui aggregare un esercito.

Ci è stato detto che bisogna sconfiggere il “bonfantismo”.

Questa logica non ci appartiene ed è profondamente sbagliata.

In primo luogo perché fa assurgere a pensiero politico organico e strutturato quella che è stata l’azione amministrativa del sindaco Bonfanti.

Non siamo mai stati teneri con Corrado Bonfanti. 

Lo abbiamo criticato aspramente ed incalzato per quella logica politica che permeava di sé le sue scelte amministrative, contrarie allo sviluppo armonico della città, prive di ricadute positive sul terreno della occupazione e dello sviluppo economico.

Non ci appassiona e interessa l’antibonfantismo, perché, ecco la seconda ragione, il primo fondamentale obiettivo è la ricostruzione della città come comunità. 

Recuperare, come disse Alberto Frasca in un suo comizio, l’afflato di netinitas. 

Riscoprire la città come tempo e luogo di solidarietà, di lavoro, di salute, di sviluppo, di benessere.

Non il tempo ed il luogo delle vendette o rivincite, ma il tempo per ricostruire il luogo ed il senso della comunità.

Il sindaco che verrà deve essere il sindaco di tutta la comunità.

Aldo Tiralongo

Leave a Reply

Your email address will not be published.